Partner

ape su un fioreL’importanza di “fare sistema”

ASPHI crede nell’importanza di mettersi in relazione e fare sistema, tantopiù in uno scenario complesso ed interconnesso come quello attuale.

Ascoltare, condividere, coinvolgere, realizzare: sono parole che riconosciamo come significative per la nostra attività:

  • Ascoltare: per rispondere ad esigenze e domande reali delle persone cui si rivolge la nostra attività e per essere attenti a cogliere innovazioni e cambiamenti
  • Condividere: perché crediamo che il confronto arricchisca e sostenga, che l’intelligenza di gruppo amplifichi quella individuale
  • Coinvolgere: perchè è nel fare insieme che si stimolano idee, energie e legami positivi e perché si possa poi dare diffusione e seguito a ciò che si sperimenta come buona pratica
  • Realizzare perché il condividere e fare rete debbono sempre avere per obbiettivo la concretezza, una iniziativa, un’azione che portino beneficio alle persone con disabilità.

Chiamiamo quindi Partner tutti coloro che in diversi modi collaborano con noi alla realizzazione di iniziative a favore dell’autonomia, inclusione e  miglioramento della qualità di vita delle persone con svantaggio. Fra essi sono presenti  diverse tipologie:

I Partecipanti (o Soci)

Sono le aziende, gli enti e le persone che contribuiscono economicamente al sostentamento della Fondazione. Senza il loro sostegno economico e operativo ASPHI non potrebbe realizzare la propria missione. Nella pagina “Chi Siamo –> Organizzazione –> Partecipanti” ne è riportato l’elenco; qui alcune testimonianze del perché ci hanno scelto e cosa fanno con noi

foto ritratto di Nicola Ciniero

 

Nicola Ciniero, AD di IBM Italia

linea bordeaux

foto ritratto di Andrea Pontremoli

Andrea Pontremoli, AD di Dallara automobili  

 linea bordeaux

Le Istituzioni

Gran parte delle nostre attività sono realizzate in collaborazione con enti istituzionali, sia centrali che locali. Fra gli enti centrali citiamo in particolare il rapporto con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. A livello locale sono di speciale rilievo i rapporti con le regioni Emilia Romagna, Piemonte e Puglia, con le Province di Bologna e Milano e con diversi Comuni come Bologna e Cuneo. Altre collaborazioni riguardano, importanti Istituti Ospedalieri, come il Centro Traumatologico Ortopedico di Torino, l’Ospedale Maggiore Niguarda di Milano, l’Ospedale Valduce-Villa Beretta di Lecco e il Montecatone Rehabilitation Institute.

foto ritratto Teresa Marzocchi

 

Teresa Marzocchi, assessore Regione Emilia Romagna

linea bordeaux

Università e Scuola

La collaborazione con il mondo accademico e della scuola è intensa e proficua. Citiamo in particolare i rapporti con:

  • l’università di Bologna: da sempre il prof Andrea Canevaro ha seguito attivamente le attività di ASPHI, con un prezioso contributo di indirizzo e consulenza scientifica. La collaborazione riguarda in particolare l’area di psicologia e scienza della formazione, il servizio per gli studenti disabili, il recente tema dell’invecchiamento. Altre collaborazioni hanno coinvolto il DEIS, oggi Dipartimento di Informatica, Scienza e Ingegneria.
  • il Politecnico di Milano, in collaborazione con il quale è nato l’osservatorio “ICT Accessibile e Disabilità”.  Molto attento al tema dell’accessibilità in senso pieno, il Politecnico prevede per gli studenti del biennio di specializzazione alcune lezioni sul tema, a cura di ASPHI.
  • Il Politecnico di Torino, che da alcuni anni ha istituito in collaborazione con ASPHI, il corso “Tecnologie per la disabilità”, rivolto agli studenti di ingegneria. Interessanti materiali del corso sono disponibili in licenza CC sul sito del Politecnico
  • e ancora l’università di Modena e Reggio, l’università Milano-Bicocca, La Sapienza di Roma, con i quali collaboriamo per la ricerca e la supervisione scientifica dei progetti. 

Tanti i rapporti con scuole e insegnanti, con e presso i quali realizziamo le molteplici esperienze di cui si può trovare documentazione nella pagina Cosa facciamo – Scuola.

fotoritratto di Andrea CanevaroAndrea Canevaro, ordinario di Pedagogia Speciale,
per i 25 anni di ASPHI

linea bordeaux

 

Enti di ricerca e aziende ICT

Il conseguimento della missione di ASPHI in tutti i contesti di vita attraverso l’uso della tecnologia ICT richiede competenze professionali molto varie che, data la velocità di evoluzione della tecnologia  moderna, necessitano di un continuo aggiornamento. Esso viene attuato attraverso rapporti con una pluralità di organizzazioni esterne tra cui gli enti di ricerca ed i settori di ricerca e innovazione delle aziende ICT.

fotoritratto di Giulio Occhini

 

Giulio Occhini, direttore generale di AICA

linea bordeaux

logo glic

 

Comprendiamo in questa categoria anche il GLIC, la rete italiana dei centri di consulenza sugli ausili informatici ed elettronici, di cui facciamo parte. http://www.centriausili.it/glic/default.asp

 

Aziende e Mondo del Lavoro

Il rapporto con le Aziende e il Mondo del Lavoro è stato il primo obiettivo perseguito da ASPHI fin dall’origine allo scopo di favorire l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, anche in attuazione delle legge 482/68 prima e della legge 68/99 poi.

Nella pagina Cosa facciamo –> Lavoro sono presentate alcune delle attività realizzate in collaborazione con le aziende e il mondo del lavoro.

Associazioni

Appartengono come noi al mondo non profit e costituiscono interlocutori importanti nella realizzazione dei nostri progetti.

Operatori socio sanitari

Importanti figure nel complesso sistema che intende favorire autonomia e partecipazione delle persone con disabilità, sono spesso coinvolti nelle nostre iniziative.

Le collaborazioni nel tempo

A testimonianza di quanto sopra detto, un elenco di soggetti con i quali ASPHI ha collaborato nel corso degli anni >>>

  • clicca sul logo Sostieni per fare una donazione alla Fondazione Asphi

  • Newsletter

  • In evidenza