Cosa facciamo » Scuola » CACTUS

CACTUS
Per favorire l’inserimento scolastico e sociale dei giovani stranieri

logo cactus 01

Il progetto Cactus intende affrontare il problema dell’inserimento scolastico e sociale dei giovani con cittadinanza non italiana che risultano più a rischio di ritardo ed insuccesso scolastico rispetto agli studenti italiani. Di conseguenza anche le prospettive lavorative possono essere compromesse da un basso livello di scolarizzazione e da scarse competenze.

ASPHI ha quindi avviato un’iniziativa pilota che coinvolgerà una rete di soggetti del territorio multietnico di Corvetto, a Milano. Secondo infatti gli ultimi dati statistici del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, (relativi ancora all’anno scolastico 2008/2009) è la Lombardia la regione in cui si concentra il numero più alto di studenti non italiani, soprattutto nella scuola dell’obbligo.

Principale destinataria del progetto è l’utenza scolastica dell’Istituto Comprensivo “Lorenzini-Feltre” coinvolta già a partire dall’anno scolastico 2011 e per tutto il 2012/13. Qui la percentuale degli alunni stranieri è molto alta, ben il 60% del totale, e già da tempo sono in atto iniziative per favorire l’integrazione e facilitare gli apprendimenti. In questo scenario si definisce il ruolo che la scuola sta assumendo nel quadro normativo dell’autonomia progettando e attuando percorsi formativi adatti ai bisogni differenziati degli alunni e realizzando il diritto al successo formativo per ciascuno.

Particolarmente importante per la ricaduta a livello sociale, prevista dal progetto, sarà il coinvolgimento diretto delle organizzazioni e associazioni del territorio (associazioni genitori, educatori extrascolastici, consiglio di zona), in particolare l’associazione Piano Terra e la cooperativa Comunità Progetto.

ASPHI, a fronte della sua esperienza nel campo delle tecnologie dell’integrazione, intende promuovere la ricerca e l’utilizzo di strumenti pedagogici di qualità che favoriscano una migliore conoscenza della Lingua Italiana (L2-Italiano come lingua seconda) nei diversi percorsi disciplinari con particolare attenzione ai momenti di socializzazione degli alunni sia a scuola che nel tempo extrascolastico.

Questi i principali obiettivi che il progetto intende perseguire:

  • Favorire l’apprendimento dei linguaggi specifici delle discipline e sviluppare competenze linguistiche che permettano un percorso più rapido verso la comprensione dei testi scolastici.
  • Consentire agli allievi stranieri della scuola secondaria di primo grado di partecipare attivamente all’apprendimento delle specifiche materie anche mediante adeguati supporti multimediali L2 e quindi raggiungere la propria autonomia linguistica nello studio delle singole discipline. Questo per favorire il corretto raggiungimento degli obiettivi didattici ed orientare al meglio un’eventuale prosecuzione degli studi.
  • Creare e mantenere un gruppo di lavoro e di confronto multidisciplinare permanente, costituito da insegnanti, genitori, educatori del territorio, esperti in tecnologie dell’integrazione e linguisti, che possa, attraverso le diverse competenze, realizzare una piattaforma metodologica – multimediale preposta alla progettazione e all’utilizzo di sussidi didattici finalizzati allo studio delle discipline curricolari in L2.
  • Formare gli insegnanti, i genitori e gli operatori del tempo extrascolastico (e naturalmente gli allievi) all’utilizzo autonomo di questa metodologia innovativa anche a favore di altri docenti e operatori sparsi sul territorio lombardo.
  • Coinvolgere le istituzioni nella diffusione dei risultati anche presso altri istituti scolastici del Comune di Milano e della Lombardia.

 

Partners

ASPHI - Capofila del progetto Istituto Comprensivo Statale Lorenzini Feltre - Partner Associazione Piano Terra - Partner  Cooperativa Comunità Progetto - Partner Fondazione Cariplo - Contributore del progetto

Anno inizio: . Stato: . Tipo iniziativa: . Argomento: . Destinatari: , .
  • Cerca nelle attività

  • Siti di progetto